Prossime scadenze fiscali

Senza categoria
4 marzo 2017

Scadenze fiscali e novità 2017

di Enrico Savio

 

Con l’inizio del nuovo anno le associazioni e società sportive ciclistiche affiliate alla F.C.I. dovranno organizzarsi, congiuntamente alla definizione degli ultimi dettagli in ambito sportivo, per adempiere ad una serie di oneri civilistici e fiscali sia con riferimento al 2017 sia relativi all’annualità appena conclusa.

Adempimenti 2017 anno 2016

Tra i primi adempimenti di carattere fiscale a carico degli enti sportivi F.C.I. troviamo la Certificazione Unica 2017 per l’anno 2016.

Le associazioni e società sportive dilettantistiche che hanno rivestito la qualifica di sostituti d’imposta nel 2016 devono presentare la Certificazione unica “CU 2017” per le somme erogate nello scorso esercizio.

Nella Certificazione Unica devono essere indicati, oltre ai compensi per lavoro subordinato e assimilati, quelli per prestazioni di lavoro autonomo occasionale, ecc., anche i compensi sportivi dilettantistici, le indennità di trasferta (diverse da quelle chilometriche), i rimborsi forfetari di spese e i premi corrisposti nell’esercizio diretto di attività sportive dilettantistiche ovvero in relazione a rapporti di collaborazione coordinata e continuativa di carattere amministrativo-gestionale, di natura non professionale, resi a favore di associazioni e società sportive.

Si ricorda che per gli “emolumenti sportivi” la CU andrà compilata e comunicata a prescindere dall’importo erogato (anche se inferiori al limite annuo di 7.500 euro).

Non devono, invece, essere indicati nella certificazione i rimborsi per spese documentate relative al vitto, alloggio, viaggio e trasporto sostenute in occasione di prestazioni effettuate fuori del territorio comunale.

Per ogni certificazione omessa, tardiva o errata è prevista l’applicazione di una sanzione pari a 100 euro per ogni singolo percipiente omesso/inviato tardivamente/errato. Se, invece, viene trasmessa una certificazione unica errata, poi corretta e nuovamente trasmessa entro 5 giorni non si incorre in nessuna sanzione.

 

Calendario:

Entro il 7.03.2017 – Trasmettere telematicamente all’Agenzia delle Entrate le CU 2017 su modello ordinario, autonomamente ovvero per il tramite di un intermediario abilitato al canale Entratel. Tuttavia l’invio delle

CU che non contengono dati da utilizzare nel modello 730 precompilato (esempio i compensi sportivi fino a 28.158, i compensi da lavoro autonomo con partita iva) potrà avvenire in un termine più ampio purché entro la scadenza di presentazione del modello 770/2017 (31.07.2017)

Entro il 31.03.2017 – Consegnare (in duplice copia) al percipiente, la CU 2017 per le somme dallo stesso percepite nel 2016

 

Novità 2017

La legge di Bilancio 2017 ha innalzato da 250.000 a 400.000 euro il limite dei proventi commerciali incassati nel periodo d’imposta al fine di poter accedere ai benefici fiscali del regime forfettario di cui alla L. 398/1991.

Pertanto a decorrere dal 01-01-2017 il presupposto reddituale per accedere (e mantenere) il regime 398 è stato innalzato a 400.000 euro.