Fisco & Ciclismo:entro il 21/09 l’invio della Certificazione unica e del 770/2015

Fisco
15 settembre 2015

di Enrico Savio e Concari Gianpaolo – commercialisti

Entro il prossimo 21 settembre le associazioni e società sportive dilettantistiche affiliate alla Federazione ciclistica Italiana dovranno presentare, qualora non vi abbiano già provveduto, sia le Certificazioni Uniche che il modello 770-S relativamente alle somme erogate nell’anno 2014 agli sportivi propri e non solo.

Dal 1° gennaio 2015, le Certificazioni uniche contenenti i dati anagrafici e le somme corrisposte ai propri lavoratori dipendenti, professionisti con partita iva (commercialisti, avvocati, medici, massaggiatori, ecc.), lavoratori occasionali dei quali l’ente sportivo si è avvalso nonché agli sportivi dilettanti devono essere consegnate in forma cartacea (ed in doppia copia) ai diretti interessati entro il 28/02 ed inviate attraverso i canali telematici all’Amministrazione finanziaria.

 

Per questo primo anno di introduzione di tale nuovo adempimento, l’Agenzia delle Entrate ha chiarito, tramite il comunicato stampa del 12/02/2015, che l’invio in questione potrà avvenire anche successivamente a tale scadenza, senza applicazione di alcuna sanzione (€ 100 per ogni certificazione omessa/tardiva/errata), qualora contenga esclusivamente “redditi non dichiarabili mediante il modello 730”, avendo come limite ultimo quello di presentazione del modello 770/2015.

Pertanto, qualora l’ente sportivo abbia erogato, nel corso dell’anno 2014, esclusivamente somme a titolo di compenso sportivo dilettantistico, indennità di trasferta, rimborsi forfettari e/o premi sportivi nonché abbia pagato compensi a liberi professionisti con partita IVA, potrà sicuramente usufruire della proroga in oggetto. Tuttavia, se escludiamo l’adempimento 2015, considerato l’elevato numero di coloro i quali percepiscono somme a titolo di premio, indennità di trasferta, rimborso forfettario di spesa e/o compenso sportivo dilettantistico, la violazione delle disposizioni in oggetto potrà comportare (a regime) importanti sanzioni per il sodalizio sportivo che non provveda ad adempiere agli obblighi entro i termini di legge.

Detto questo, come già anticipato, l’adempimento rappresentato dalla Certificazione unica si aggiunge all’ordinaria presentazione annuale del modello 770-Semplificato, che i sostituti d’imposta devono necessariamente inviare in relazione alle somme di cui sopra erogate dall’ente nel periodo gennaio-dicembre 2014. Infatti, sia la Certificazione unica che la dichiarazione dei sostituti d’imposta (modello 770) dovranno riferirsi obbligatoriamente alle somme corrisposte nell’anno solare, a nulla rilevando l’ipotesi che il sodalizio sportivo abbia optato in statuto per l’esercizio a cavallo (esempio 01/07-30/06). La presentazione del modello, esclusivamente in via telematica ed inizialmente prevista per il 30/07/15, dovrà essere effettuata direttamente dall’ente ovvero per il tramite di intermediari abilitati al canale Entratel (commercialisti, Caf, ecc.) entro e non il nuovo termine del 21/09/15.