Presentati i componenti delle commissioni del Veneto

Comunicati Regionali
9 febbraio 2017

Padova, 8 febbraio 2017

Partire con un impegno comune per raggiungere gli obiettivi che ci eravamo prefissati prima delle elezioni regionali dello scorso dicembre.

Lo ha rilevato mercoledì sera a Padova Igino Michieletto, presidente della Federciclismo del Veneto, in occasione della riunione per l’insediamento delle nuove Commissioni svoltasi nella gremita sala congressi del Coni regionale allo stadio Euganeo.
La manifestazione, alla quale hanno partecipato tutti i consiglieri regionali, è stata l’occasione per conoscersi e dare il via alla serie di incontri che caratterizzerà la nuova stagione agonistica su strada che sta per iniziare. Ad affiancare Michieletto al tavolo della presidenza i vice Ivano Corbanese (vicario) e Gianluca Liber ed i consiglieri Romina Agliuzzo, Mirko Barattin, Riccardo Donato e Vittorino Gasparetto.

Il nostro obiettivo è quello di creare l’unità che deve essere accompagnata da rapporti leali e trasparenti

ha detto Michieletto nell’inaugurare i lavori

rinsaldare la collaborazione con le altre regioni e quelle limitrofe per organizzare insieme l’attività. Una unità di intenti per il ciclismo che coinvolge una vasta area. Non possiamo dimenticare l’autorevolezza ed il ruolo che svolgono i nostri sette Comitati Provinciali che sono i primi interlocutori delle società e della base.

ha proseguito il presidente del Veneto

Dobbiamo trovare la forma ed il modo che tutte le società contribuiscono seriamente all’organizzazione delle gare tenendo anche presente che il futuro del nostro sport è legato alla multidisciplinarietà. Dobbiamo incentivare e formalizzare il progetto tecnico unitario. Non mi stancherò mai di sottolinearlo che vogliamo un ciclismo che debba essere dal volto sorridente capace di creare immagine di simpatia e di educazione.

ha continuato Michieletto

che dovrà essere trasferito alle nuove generazioni. Il Consiglio Regionale Veneto ha assegnato le varie Commissioni a tecnici e dirigenti competenti e disponibili e non per simpatie o per chi ci ha votati. Dobbiamo prendere coscienza che ognuno di noi rappresenta la Federazione Ciclistica Italiana e ne deve essere consapevole e sapere di far parte di una squadra. Lavorare con i ragazzi è un privilegio ma anche una responsabilità perché loro ci guardano ed apprendono da noi il modo di comportarsi. Il ciclismo veneto siamo noi.

Michieletto ha poi annunciato che la Federazione ha avviato uno studio legato al tema “Ciclismo oggi in Italia e nel Veneto. Quali prospettive” che dovrebbe essere affrontato in occasione di un convegno.

Subito dopo sono stati presentati uno per uno i componenti le varie Commissioni e in attesa di comporre quella cicloturistica amatoriale, prevista per i prossimi giorni, è stata affidata la guida a Giorgio Martin, nuovo presidente provinciale di Padova, che l’aveva condotta negli ultimi anni.

Successivamente tutti i componenti le varie Commissioni si sono spostati negli locali della struttura per iniziare il lavoro con gli auguri dello stesso Michieletto.

Sono veramente soddisfatto dell’incontro con tutti i componenti le Commissioni.

ha raccontato il presidente della Federciclismo del Veneto

Una riunione caratterizzata da ottima partecipazione, svoltasi in un bel clima e da tanta voglia di lavorare bene e collaborare. Un grazie a tutti. Sono contento.

Francesco Coppola

Questi i componenti delle varie Commissioni:

Struttura Tecnica Strada: Mario Penariol, Giuseppe Cescon, Antonio Fin e Francesco Cecchin.

Pista: Andrea Costa, Michele Corrocher, Luciano Donadelli, Adriano Zambon ed i tecnici delle varie piste della regione.

Femminile: Claudio Turato e Silvia Grotto. Tenici delle categorie: Luigi Trevellin (Junior), Claudio Cordioli (Allievi) e Fabio Artuso (Esordienti).

Fuoristrada – Mountain-Bike: Davis Tosin, Flavio Furlanetto, Marco Gaetani, Massimo Ghirotto, Michele Grotto, Danilo Dal Piva e Giampietro Bonato.

Ciclocross: Giacomo Salvador, Matteo Buso, Yari Cisotto ed Elena Merenti.

BMX: Nicola Tezza e Dario Vallante.

DH: Massimo Cerato.

Giovanile: Giorgio Furlan, Ermanno Anzi, Iris Zorzetto, Pier Giorgio Nicoli (segretario), Narciso Galuppi, Mirvano Mazzetto, Mara Agricola e Luigi Zampieri.

Progetto Pinocchio: Sandro Baracco.

Metodologica: Diego Bragato e Nicola Manente.

Direttori di Corsa: Paolo Bassanello, Gianluca Negro, Mauro Rigo, Luca Scortegagna, Matteo Poretti e Tolomino Balestri.

Paralimpica: Pierino Dainese, Mauro Paulon e Piergiorgio Giambienini.

Giudici di Gara: Sandro Checchin. Giuseppe Canazza, Chiara Compagnin e Mario Bortolini.

Giudice Unico: Celeste Granziera; supplente Antonio Pegoraro.